Luoghi e storia: Fattoria vicino a Enna in Sicilia, Nicosia

  • Checkin
  • Checkout
  • X
  • 2 Adulti
    0 Bambini

Luoghi e storia


"Forte castello dei più magnifici..." così Edrisi racconta la città nel suo "Libro di Re Ruggero"(1154) affascinato dal castello i cui ruderi dominano ancora Nicosia, centro d'antichissime origini, probabilmente discendente da quella Erbita che Cicerone definì "Laboriosa e ricca". Centro di poteri forti e privilegi, nel periodo normanno vide una forte immigrazione dal Monferrato, dalla Liguria e dalla Lombardia, e proprio a questa presenza si deve il caratteristico dialetto Galloitalico, ancora oggi parlato dagli abitanti del paese.

Città importante e ricca dunque, e come tale teatro di conquiste e scontri di potere, che hanno lasciato traccia nelle numerose chiese e palazzi baronali che segnano il tessuto viario di chiara impronta medioevale. Nei secoli Nicosia vide operare i più grandi artisti che lasciarono opere ancora oggi visibili.

Ma il tesoro più prezioso della città, custodito al di sopra della volta ottocentesca della cattedrale di San Nicolò, un raro esempio di architettura gotica in Sicilia, è l'originale tetto ligneo interamente dipinto con colori vivaci ed intensi, che regala al visitatore una variegata panoramica sui temi sacri e terreni caratterizzanti la vita medioevale della città.

Ma Nicosia non è l'unico centro di interesse che si può visitare durante un soggiorno quì, imperdibile è una visita alla cittadina di Sperlinga con l'antichissimo castello e le abitazioni scavate nella roccia, stupende sono le escursioni sul monte Campanito Sambughetti alla scoperta degli incantevoli laghetti, affascinante è percorrere le gole e le anse del fiume Salso, vario ed interessante un giro nel parco dei Nebrodi, alla scoperta di una natura sorprendente e di piccoli centri montani apparentemente fuori dal tempo.

Galleria fotografica